Essere figlia di un ciclista.

12695720_10208542654385471_2038132931_n

Significa vedere tuo padre amare la sua bicicletta più di sé stesso Significa sentirlo beffeggiarti perché la sua bici costa tre volte tanto il tuo agognato motorino (che non ti comprerà mai perché troppo pericoloso). Significa vederlo sfrecciare insieme a tanti altri lungo strade assolate di paesini deserti, dove tu con tua madre e tue sorelle cerchi una fontanella per bere alle 2 di pomeriggio. Ora fissata per la partenza, mentre tutti i negozi sono chiusi. (sei in un paesino sperduto continua a leggere →

Anche a Carnevale Fashion si nasce non ci si improvvisa

IMG_c8a81f32427890ba98dee7022204ece7

12/3/2014 E così, dopo aver passato tre giorni con loro (le mie fashion sorelle), in piena crisi d identità vengo rapita da una vocina nella mia testa che mi dice:” vai allo specchio, guardati, sei bellissima!”. Ubbidisco, cercando di capire se è una parte del mio subconscio, quella parte che per molti anni è andata in letargo, oppure è una registrazione. Mia sorella sta tentando di ipnotizzarmi con qualche strano marchingegno? Non lo so, ma sembra funzionare, perché mi alzo continua a leggere →

L’abito della sposa ceciona

La sposa ceciona

23/9/2012 È un po’ che non scrivo. Perché? Semplice, perché mi sto scervellando a trovare un lavoro e non mi piace continuare con i piagnistei. Però a un certo punto mi sono ritrovata a scegliere un vestito da sposa…e che non lo racconti???Ovviamente non si tratta del mio. Stiamo scherzando? Dio ce ne scampi e liberi. Stiamo parlando di quello di mia sorella.     Ora, c’è da fare alcune premesse. Mia sorella è una tipa molto particolare. È alta, continua a leggere →

La mia seconda laurea

La mia seconda laurea

11/7/2012 E poi alla fine arriva…La mia seconda laurea. Ce l’ho fatta, lo volevo fare e l’ho fatto. Nonostante gli anni, nonostante tutti quelli che mi dicevano che non ce l’avrei fatta, nonostante quelli che mi dicevano che mi stavo degradando, nonostante tutti, ieri è arrivata la mia seconda laurea e il mio primo 110. Sono arrivata talmente spavalda a questo giorno che quasi mi gongolavo all’idea di essere l’unica che non aveva la tesi rilegata. E l’unica a sentirsi continua a leggere →

Due cuori e un solo stipendio

Insieme in erasmus

23/3/2012 Come campare con 460 euro al mese in due? Allora hai deciso che lo fai. Parti. Per sei mesi lavorando a 600 euro al mese e dovendo pagare 250 euro di rata della macchina 600 euro di assicurazione e 500 euro di rata universitaria, ce la fai. Riesci a mettere anche da parte 1000 euro. Come hai fatto? Piccoli trucchi di una moderna precaria. Vivere appoggiata a casa di Orietta. Povera Orietta, sono 2 anni che sto insieme al continua a leggere →

Il lavoro nuovo

Tutto passa

20/3/2012 E così oggi, dopo una ricerca estenuante, ce l’abbiamo fatta. Si lavora. Un lavoro perfetto: 47 euro per quattro ore di lavoro. Praticamente più di 10 euro l’ora. Vedi! Chi cerca trova. Va bè, il contratto durava un giorno. Va bè si dovevi solo dire: “Salve, supporto tecnico, sono Arianna” Allora stai lì con le tue belle cuffiette, ti guardi intorno e pensi a quel famoso film. T’immagini che da un momento all’altro possa entrare la tipa vestita da Sabrina continua a leggere →

Le rughe e la lista della spesa

IoLuieLaltro

15/3/2012 E così, come quando ( fuori piove), no scherzo…si dice che prima di morire, pochi istanti prima, tutta la tua vita ti passa davanti. La stessa sensazione ho provato questa mattina, guardandomi allo specchio. Le ho viste, mie “prime rughe”. Così proprio come quando stai per morire, ho pensato alla mia vita. A quel che ho fatto, o ancora non ho fatto finora. Così, ho redatto la mia lista Un figlio Ovviamente essendo una donna non posso non ammettere continua a leggere →

Una vacanza a Tenerife

tre al sole

16/2/2012 Che dire, ti sei sistemato, hai trovato casa. Hai fatto la tua prima lezione universitaria, che è durata 30 minuti (essendo solo una presentazione) e 10 euro di biglietto ita y vuelta La Coruña – Santiago de Compostela. Bene, fatto tutto ciò, una vacanza ci sta tutta, è proprio meritata, e così zaino in spalla si prendono i biglietti e si parte: Tenerife ci aspetta. La notte non si dorme. Mie sorelle non lo sanno che andiamo lì. Loro continua a leggere →

Di nuovo ai saluti

insieme in Erasmus

23/1/2012 Tutto è cominciato tanti, tanti anni fa. Avevo pochi anni, all’inizio della ventina, credo. Mi piaceva andare nei centri sociali, ballare, fumare, bere birra e guidare la mia saponetta. Stavo in ufficio facevo la segretaria. Un giorno mi chiamarono, era La Sapienza. Avevo vinto l’Erasmus. La mia domanda l’avevo fatta per la Spagna. Mi proposero la Germania o la Polonia. Ero fidanzata. Stavo con colui che pochi mesi dopo mi mise quelle che passarono alla storia come le mie continua a leggere →

La crisi dello Zero. 30 anni

IMG_5adea6d542950ad406c38ba87cf8c208

15/11/2010 A volte è questione di numeri e lo Zero è il mio. Mi perseguita ogni qualvolta si raggiunge la cifra tonda. La mia è la crisi dell’anno 0. Nasco nel 1980 l’anno tondo. E come molte cose tonde, anch’io rimbalzo e mi posso rompere, anzi il più delle volte più che altro rompo. Quel tragico 1980 E’ l’anno della strage di Ustica, della morte di Bachelet (assassinato in quella che un giorno sarebbe diventata la mia università). E’ l’anno continua a leggere →